domenica

La questione morale degli europei di calcio




A pochi giorni dalla fine degli europei di calcio, vorrei sedermi un attimo con voi (chi?) e affrontare in questo post la questione che in molti, su facebook o al ristorante con gli amici, hanno più volte sollevato a riguardo di tale manifestazione.

Ebbene si, sto parlando della strage di cani avvenuta per l'occasione nelle zone interessate.
Da parte di tanti il punto è stato, più o meno: "Non guardate gli europei di calcio! Boicottateli! Io non li guardo, perché non voglio essere complice di questa mattanza. Si, sono convinto/a del fatto che è per colpa nostra che li ammazzano, e se io smetto di guardare le partite, avrò la coscienza a posto, non sarò complice e magari se lo posto su facebook contribuirò a far calare l'audience, così salvando qualche povero animale, o magari danneggiando economicamente i colpevoli."
Una certa logica di fondo c'è. Sono persone come me, credo. Gente che, in momenti normali della propria vita, per viaggiare da un punto a un altro prende la macchina, o l'autobus magari; ogni tanto si beve una coca cola o qualche altro tipo di bevanda, usa un cellulare, magari della apple, che va così di moda ultimamente. Potrei continuare per ore con la descrizione-tipo di una persona normalissima. Invece mi fermerò qui.
Alcune notizie di qualche tempo fa sostengono che la coca cola in sud america ha assoldato mercenari per ammazzare certi suoi dipendenti. In africa è diffusa una tecnica di estrazione petrolifera che fa uso di enormi bruciatori all'aria aperta; chi vive lì non sa cosa sia la notte, ha gli occhi continuamente irritati dai gas e mangia pesce e verdure inquinate dal petrolio. Gli stabilimenti della apple in cina sono stati dotati di reti antisuicidi per impedire agli operai schiavizzati di farla finita. Eccetera, eccetera.
La verità è che ogni cosa che facciamo in questo sistema di cui siamo prigionieri scatena la sofferenza e la morte di cani, gatti, cristiani, musulmani e tanto altro. Tralasciando le cause, i perché, la filosofia e le speranze legittime per un mondo migliore. Viviamo da schiavi o da schiavisti. Per cui vorrei pregare tutti quelli che, come ho detto sopra, hanno spammato per strada o su facebook il concetto "spegni la tv, salva un cane": gentilmente, suggeritemi un metodo valido e serio per migliorare questo mondo (o scappare) e, cazzarola, lo applicherò subito; ma per favore, non urlate i vostri giudizi bigotti in luoghi pubblici sentendovi poi dei grandi.

Nessun commento:

La risposta

è ricercabile tramite numeri primi o potenze di due. Che però è sbagliata